ATMOSFERE ESPLOSIVE ATEX: Ambienti pericolo esplosione centrali termiche metano


Nuovo

ATMOSFERE ESPLOSIVE ATEX: Ambienti pericolo esplosione centrali termiche metano

N. prodotto: R27403

Disponibile

Non ON-LINE 800,00 €
0,00 / unità
Prezzo più IVA più spedizione


Modalità di spedizione possibili: Ritiro del cliente, Trasmissione in maniera informatica
Protezione da atmosfere esplosive - D.Lgs.81/2008 Titolo XI Art. 293 -  classificazione di ambienti con pericolo di esplosione in prossimità di CENTRALI TERMICHE A METANO (ATEX)
 
D.Lgs.81/2008 Art. 293. - Aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive
1. Il datore di lavoro ripartisce in zone, a norma dell'allegato XLIX, le aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive.
2. Il datore di lavoro assicura che per le aree di cui al comma 1 siano applicate le prescrizioni minime di cui all'allegato L.
3. Se necessario, le aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive in quantita' tali da mettere in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori sono segnalate nei punti di accesso a norma dell'allegato LI.
 
Il servizio comprende le indagini tecniche e l'elaborazione della valutazione, in rapporto ai dati ricevuti e a servizio del datore di lavoro, al fine di identificare le aree classificate come potenzialmente esplosive, facendo riferimento all'Allegato XLIX del D.Lgs.81/2008 di seguito citato. ALLEGATO XLIX - Ripartizione delle aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive
 
La classificazione  delle zone in cui esistono CENTRALI TERMICHE A METANO: si applica l'Appendice GF-3 della GUIDA CEI 31/35A.
 
OSSERVAZIONE PRELIMINARE.
Il sistema di classificazione che segue si applica alle aree in cui vengono adottati provvedimenti di protezione in applicazione degli articoli 289, 290, 293, 294.
 
1. Aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive.
Un'area in cui può formarsi un'atmosfera esplosiva in quantità tali da richiedere particolari provvedimenti di protezione per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori interessati è
considerata area esposta a rischio di esplosione ai sensi del presente titolo.
Un'area in cui non è da prevedere il formarsi di un'atmosfera esplosiva in quantità tali da richiedere particolari provvedimenti di protezione è da considerare area non esposta a rischio di esplosione ai sensi del presente titolo.
Le sostanze infiammabili e combustibili sono da considerare come sostanze che possono formare un'atmosfera esplosiva a meno che l'esame delle loro caratteristiche non abbia evidenziato che esse, in miscela con l'aria, non sono in grado di propagare autonomamente un'esplosione.
 
METODOLOGIA
Per la classificazione delle aree si farà riferimento alle norme tecniche armonizzate relative ai settori specifici.
Cerca questa categoria: ATEX (ATmosphère EXplosive)