Nuovo

ACUSTICA: progettazione di MITIGAZIONE e CONTENIMENTO acustico tramite sound plan

N. prodotto: R26250

Disponibile

Non ON-LINE 1.200,00 €
0,00 / unità
Prezzo più IVA più spedizione


Modalità di spedizione possibili: Ritiro del cliente, Trasmissione in maniera informatica

Legge 447/1995 - Legge quadro sull'inquinamento acustico

Lo studio tende ad individuare le soluzioni tecniche per limitare le conseguenze dell'inquinamento acustico che supera i livelli di immissione consentiti dalla legge ed in base alla zonizzazione acustica.

In linea di principio, il tipo di intervento deve tenere conto delle seguenti ipotesi, in ordine scalare a partire dalla soluzione più efficace.

Interventi alla sorgente

Sistema che offre i migliori risultati, in quanto riduce alla fonte le immissioni sonore ed il beneficio si estende, quindi, a tutta l'area attorno all'impianto rumoroso. Tale intervento consiste nel creare una struttura fonoisolante che racchiuda, parzialmente o interamente, il macchinario allo scopo di impedire che l'energia sonora emessa possa propagarsi nell'ambiente confinato e determinare situazioni di disagio nei confronti dei soggetti esposti.

Schermo protettivo fra la sorgente e ricettore (barriera antirumore e altro)

L'uso delle barriere antirumore è spesso considerato il solo modo per abbattere la rumorosità; in realtà, tale sistema oltre ad essere assai costoso presenta notevoli punti critici, fra i quali: impatto visivo, oscuramento del ricettore protetto, rapido degrado, che rendono, il più delle volte, tale accorgimento respinto da parte delle stessa popolazione beneficiaria dell'intervento. Pertanto, qualora le condizioni ambientali lo permettano, è preferibile sostituire le tradizionali barriere con dei tomi inverditi, i quali offrono un minor impatto visivo e, per questo motivo, sono maggiormente tollerati da parte della popolazione, inoltre, pregio non trascurabile, hanno una durata praticamente illimitata.

Intervento al ricettore

Questa soluzione è la meno efficace, in quanto l'opera di mitigazione interessa solo il ricettore coinvolto, lasciando inalterati i livelli nell'ambiente esterno; per questo motivo, tale soluzione è da prendere in considerazione solo nel caso in cui le altre due siano precluse.

La successiva stesura della documentazione si avvale del software per il calcolo degli scenari acustici “SOUND PLAN”. 
IL SOFTWARE SOUNDPLAN È UN SOFTWARE CHE LAVORA IN WINDOWS 95/98/2000/NT/XP   PER IL CALCOLO E LA PREVISIONE DELLA PROPAGAZIONE NELL’AMBIENTE DEL RUMORE DERIVATO DA TRAFFICO VEICOLARE, FERROVIARIO, AEROPORTUALE, DA INSEDIAMENTI INDUSTRIALI (SORGENTI ESTERNE ED INTERNE), PER IL CALCOLO DI BARRIERE ACUSTICHE E DELLE CONCENTRAZIONI DEGLI ELEMENTI INQUINANTI DELL’ARIA. 
PERMETTE LA MODELLIZZAZIONE ACUSTICA IN ACCORDO CON DECINE DI STANDARDS NAZIONALI DELIBERATI PER IL CALCOLO DELLE SORGENTI DI RUMORE E, BASANDOSI SUL METODO DEL RAY TRACING, È IN GRADO DI DEFINIRE LA PROPAGAZIONE DEL RUMORE SIA SU GRANDI AREE, FORNENDONE LA MAPPATURA, SIA PER SINGOLI PUNTI FORNENDO I LIVELLI GLOBALI E LA LORO SCOMPOSIZIONE DIREZIONALE. TRA I GLI STANDARD FORNITI VI SONO TUTTI QUELLI CHE FANNO RIFERIMENTO ANCHE ALLE NORME EUROPEE.

•    IMPLEMENTA TUTTI GLI STANDARD NORMATIVI RICHIESTI DALLA DIRETTIVA EUROPEA 2002/49/CE E RECEPITI CON IL D.LGS 19 AGOSTO 2005 N°194  I CUI USI PIÙ DIFFUSI SONO:
•    VALUTAZIONI D’IMPATTO ACUSTICO AMBIENTALE 
•    CARATTERIZZAZIONE ACUSTICA DELLE AREE URBANE ED EXTRAURBANE. 
•    VALUTAZIONI D’IMPATTO ACUSTICO DELLE INFRASTRUTTURE DEI TRASPORTI (STRADE, AUTOSTRADE, LINEE FERROVIARIE, LINEE ALTA VELOCITÀ, ECC.) 
•    PROGETTAZIONE DI NUOVI INSEDIAMENTI E PREVISIONI DI BONIFICA. 
•    EMISSIONE DEI SITI INDUSTRIALI PER LA VALUTAZIONE SECONDO IL D.P.C.M. 14 NOVEMBRE 1997 (ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEI COMUNI), UTILIZZANDO DATI SPERIMENTALI E PREVISIONALI. 
•    PIANI DI RISANAMENTO ACUSTICO.

Cerca questa categoria: Mitigazione e risanamento