1 Risultato

Nuovo

ACUSTICA CANTIERE EDILE: attività rumorose temporanee

N. prodotto: R26230

Disponibile

Non ON-LINE 300,00 €
0,00 / unità
Prezzo più IVA più spedizione


Modalità di spedizione possibili: Ritiro del cliente, Trasmissione in maniera informatica

Acustica -  Documentazione di cui all’Art.7 DGR Emilia Romagna n.673/2004 relativa al cantiere edile, rientrante nelle particolari attività rumorose a carattere temporaneo;

Legge regionale Emilia Romagna n.15/2001 e D.G.R. 673/2004.

Documentazione di cui all’Art.7 DGR Emilia Romagna n.673/2004 relativa al cantiere edile, rientrante nelle particolari attività rumorose a carattere temporaneo;
a.planimetria in scala adeguata dalla quale siano desumibili le posizioni, oltre che delle sorgenti sonore, anche degli edifici piu' vicini alle medesime 
b.tutte le notizie utili a caratterizzare acusticamente le attività, le sorgenti sonore e le tecnologie utilizzate e gli orari di funzionamento previsti: livello di potenza sonora oppure livelli sonori a distanza nota ottenuti sulla base di dati tecnici dichiarati dal costruttore delle macchine utilizzate ovvero sulla base di misure sperimentali in cantieri che hanno svolto la stessa attività o utilizzato la medesima tecnologia
c.stima dei livelli sonori attesi in prossimità dei potenziali ricettori più vicini
d.durata dell'attività' oggetto della richiesta di deroga ai valori limite 
e.misure di mitigazione acustica adottate o che si intendono adottare al fine di ridurre l'emissione sonora.

Per effettuare la previsione d’impatto acustico viene utilizzato quale supporto e guida di riferimento nazionale il manuale “LA VALUTAZIONE DELL’IMPATTO ACUSTICO PRODOTTO DAI CANTIERI EDILI”, realizzato dal COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO (CPT), frutto di una specifica ricerca condotta durante gli anni 2000 e 2001 in numerosi cantieri variamente ubicati.
La ricerca del CPT ha portato alla definizione della mappatura della rumorosità prodotta dalle varie macchine nel settore edile, attraverso una serie di rilevazioni strumentali effettuate con strumenti di classe 1, come definiti dagli standard EN 60651/94 e EN 60804/94, la cui taratura è effettuata annualmente. Contestualmente sono state elaborate le schede “Lavorazioni” che rappresentano situazioni tipiche di cantiere nelle quali sono state indicate le attività svolte in ogni fase di sviluppo e le attrezzature/macchine utilizzate: alle macchine ed alle attività sono assegnate percentuali rappresentative del reale periodo di funzionamento dell’attrezzatura durante lo svolgimento della lavorazione.
Sono quindi riportati:
•    Lavorazione;
•    Attività;
•    Macchine;
•    % di impiego;
•    % di attività effettiva;
•    Macchine utilizzabili;
•    Riferimento macchine mediate (numero di riferimento alla banca dati del manuale);
•    Lw in dB (A) medio;
•    Lw in dB (A) delle attività;
•    Lw in dB (A) della lavorazione.
Mediante calcoli che tengono conto delle potenze sonore delle singole attività e delle relative durate percentuali nell’ambito della lavorazione, si determina la potenza sonora media di lavorazione nel cantiere. In questo tipo di conteggio, le sorgenti sono considerate come poste al centro dell’area di cantiere ad un metro di altezza da terra. Pertanto la potenza sonora media di lavorazione può essere immaginata come la potenza sonora di una macchina posta al centro dell’area di cantiere ad 1 metro di altezza, che lavori in maniera continua durante tutto il periodo della lavorazione, avente energia sonora equivalente a quella posseduta da tutte le macchine realmente impiegate, ciascuna funzionante durante il suo reale periodo di esercizio.
Dalla potenza sonora di tale sorgente fittizia così definita, dopo aver stabilito la posizione rispetto ad un ricettore, si giunge al livello di pressione sonora medio percepito da questo durante il periodo della lavorazione considerata. Il programma di calcolo tiene conto soltanto della distanza del ricettore dalla sorgente, ma non dell’attenuazione aggiuntiva indotta dall’eventuale presenza di ostacoli che si frappongono alla libera propagazione delle onde sonore, approccio comunque cautelativo.

Cerca anche queste categorie: Infrastrutture, Cantieri edili
1 Risultato